login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

I nostri servizi

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

in primo piano rss aree tematiche


ricerca

 

20 marzo 2017 DORMIRE BENE È UN’ “ARTE”: LE 10...

argomento: benessere


 

Il mese di marzo, si sa, rappresenta una sorta di “risveglio dal letargo invernale”, ma non è raro che si vada incontro a qualche disturbo legato al sonno, da un po’ di insonnia a ritmi completamente scombinati. Dormire bene è importante tanto che il 17 marzo si celebra la Giornata Mondiale del Sonno.

Per l’occasione, ecco quindi dieci curiosità sul tema del “dormir bene”:


1. Abbiocco. Secondo uno studio c'è un'ora precisa di crisi di sonno in ufficio: le 15,30. L’ora più critica per chi siede a una scrivania scatta mediamente alle 15.27: è quello il momento in cui la testa tende inesorabilmente a cedere alla forza di gravità. Il rimedio più diffuso, per sei italiani su dieci (58%), è quello del caffè, ma il 17% degli italiani confessa di concedersi un pisolino sul luogo di lavoro. E soltanto il 5% si alza per fare dell’attività fisica


2. Pennichella. Il sonnellino dopo pranzo aiuta a dormire bene. Non è un vizio per persone pigre: una pennichella a metà giornata aiuta a rilassarci e ad arrivare alla sera più disposti al sonno notturno. Ma non deve superare i 15-20 minuti


3. Le donne dormono poco più degli uomini. Una mezz’ora in tutto: le donne tendono ad andare a dormire un po’ prima e si alzano poco dopo, secondo uno studio dell’Università del Michigan. Le donne risentono di più delle variazioni di luce e stagioni. Man mano che l’età avanza, abitudini maschili e femminili diventano più simili


4. È vero che, quando non siamo nel nostro letto, dormiamo peggio. Una ricerca svolta alla Brown University di Providence, USA, e pubblicata su Current Biology ha evidenziato che, quando dormiamo fuori casa, l’emisfero sinistro del nostro cervello è semi-vigile e più attento ai rumori. Per questo, quando si è in hotel, è frequente svegliarsi poco riposati


5. Essere mattinieri o tiratardi è questione di genetica. Sono state identificate dagli studiosi quindici regioni del DNA umano direttamente coinvolte nello svolgimento ritmi circadiani, quelli che fanno sì che alcuni di noi siano particolarmente attivi nelle prime ore del giorno e altri, invece, “ingranino” più tardi


6. Per cominciare a fare yoga non è mai troppo tardi. Sono noti i benefici dello yoga e della meditazione per il benessere generale e la flessibilità del corpo. Per quanto riguarda la qualità del sonno, sono gli over 50 a ottenere i maggiori vantaggi: non si è mai troppo vecchi per raggiungere il benessere attraverso questi metodi di rilassamento


7. Passeggiare favorisce il sonno. Bastano 15 minuti dopo cena e non solo si riuscirà a prendere sonno prima, ma anche la qualità e la durata risulteranno migliorati


8. Il caffè aiuta a stare svegli, ma se il debito di sonno è troppo grande perde la sua efficacia. Gli studi dell’American Academy of Sleep Medicine evidenziano che il caffè perde il suo potere stimolante dopo solo due nottate con poche ore di sonno. Si sperimenta solo un effetto placebo


9. La differenza più grande può farla il supporto su cui si riposa. La scelta del materasso e del cuscino va, quindi, fatta con molta attenzione


10. Il sonno è una faccenda personale: non esiste la ricetta universalmente giusta per addormentarsi, ciascuno ha i suoi orari, il suo numero ideale di ore di sonno, ciascuno ha le sue preferenze in termini di materasso, che è migliore quando è realizzato su misura. Ascoltare il proprio corpo, dare attenzione ai suoi segnali e assecondarne le esigenze è il consiglio migliore per vivere al meglio l’arrivo della bella

stagione.



 

 


 
 
 

15 marzo 2017 TRANCE DI PESCE SPADA RICHIAMATI PER ECCESSIVA...

argomento: sicurezza degli alimenti


 

Il Ministero della Salute ha provveduto a ritirare dal mercato nove lotti di trance di pesce spada congelato per presenza di mercurio oltre i limiti.

 

Si tratta del prodotto “Trance spada extra sashimi” (Xiphias gladius) dell’azienda Effeti surgelati Srl, con sede di stabilimento a Calenzano (Fi). I lotti richiamati sono i numeri:

 

70898; 70899; 72476; 72477; 72478; 72838; 73409; 74330; 75185.

 

Tutti i lotti hanno data di scadenza 27/05/2017 e marchio di identificazione IT W2V5V CE.

 

Il provvedimento riguarda tutto il territorio nazionale.

 

Il pesce spada in questione è originario dalla Corea ed è stato pescato nell’Oceano Pacifico, zone Fao 71, 77, 87.

 

Il Ministero della Salute invita, chiunque abbia comperato il prodotto, purché sia di una confezione dei lotti specificati, a non consumarlo bensì restituirlo al punto vendita.

 

"Il prodotto non deve essere assolutamente consumato. Motivo del richiamo: presenza di mercurio oltre i limiti".

 


 

 

 


 
 
 

14 marzo 2017 LUCE: DAL 1° OTTOBRE 2017 PIÙ INDENNIZZI PER...

argomento: bollette


 

Hai subito un’interruzione prolungata dell’energia elettrica? Le novità che seguono possono interessarti. Dal 1° ottobre 2017, infatti, entreranno in vigore le nuove regole sulla qualità del servizio elettrico contenute nella delibera 127/2017/R/eel approvata dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (Aeegsi).

 

Le novità sono le seguenti:

·      in caso di interruzione del servizio superiore alle 72 ore, riceverai l’indennizzo automatico di cui hai diritto direttamente dall’operatore di rete.  Il Fondo eventi eccezionali (alimentato da un contributo versato dai clienti domestici/non domestici e da penalità alle imprese), invece, continuerà a coprire solo la parte di indennizzo riferito alle prime 72 ore di interruzione per cause di forza maggiore

 

·      in caso di interruzioni prolungate dopo le 72 ore ed entro le 240, gli indennizzi potranno arrivare fino a circa mille euro e saranno a carico degli operatori o di Terna (Rete elettrica nazionale). Sarà, infatti, eliminato il tetto dei 300 euro.

 

 

Se ti trovi in una situazione di interruzione dell’elettricità e sei un iscritto Adiconsum puoi chiamare il Call Center al Numero Verde 800 894191 se chiami dal fisso o lo 06 44170244 se chiami dal cellulare, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18. Se non sei iscritto, puoi farlo anche online a 5 euro attraverso il sito Adiconsum o l’app Adiconsum Reclami 2.0




 

 


 
 
 

14 marzo 2017 LANTERNE CINESI VOLANTI: RISCHIO PRESENZA DI...

argomento: spese famiglia


 

Il Ministero della Salute ha disposto il divieto di vendita nazionale, il ritiro e il richiamo dal mercato dell'articolo "Lanterne volanti" prodotte nella Repubblica popolare cinese (RPC), importate e distribuite in Italia dalla ditta EBBEI Store, Via Ambrogio Binda 21, Roma, per la presenza di amianto.

 

Le analisi effettuate sul prodotto hanno riscontrato nel cordino che sostiene la struttura della lanterna la presenza di amianto friabile. Le fibre di amianto sono cancerogene per inalazione (responsabili del mesotelioma pleurico). Il soggetto più a rischio è colui che maneggia direttamente la lanterna; toccando il cordino, infatti, le fibre di amianto possono sfaldarsi essendo di materiale friabile (praticamente amianto puro). Il rischio di dispersione delle fibre è ugualmente elevato quando l’oggetto in questione ricade a terra.

 

Il Ministero ha disposto, inoltre, che l'importatore in Italia, in collaborazione con le ditte distributrici, completi il ritiro degli articoli eventualmente ancora presenti nella rete, mentre per quelli già acquistati dai consumatori, effettui il richiamo mediante cartellonistica, sistemi di rintraccio clienti (fidelity card) o altri modi ritenuti efficaci, avvisando i consumatori del rischio legato all'amianto (è cancerogeno se inalato).

 

Fortunatamente non tutte le lanterne cinesi contengono amianto. Ve ne sono anche altre con la struttura in filo di ferro. Ai fini cautelativi, comunque, il Ministero ha disposto, grazie ai NAS, di estendere il divieto di vendita a tutti gli articoli sprovvisti di idonea certificazione attestante l’assenza di amianto; questi verranno campionati ed inviati ai Centri Regionali amianto per essere analizzati. Quelli privi di amianto potranno essere commercializzati liberamente.

 

Il Ministero della Salute inoltre ha pubblicato alcune raccomandazioni:

·       evitare di aprire le confezioni

·       in caso di confezioni già aperte, evitare di manipolare il cordino

·       non gettare nella spazzatura le lanterne acquistate, ma conservarle sigillate e restituirle al negozio in cui sono state acquistate.



 

 


 
 
 

13 marzo 2017 CYBERBULLISMO: “IO CONOSCO” TORNA A VIBO...

argomento: internet


 

Torna di nuovo a Vibo Valentia il tour del progetto #socialvirus “IO CONOSCO” promosso da Adiconsum, FNS CISL, CISL Scuola, SIULP e UST CISL di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia.

 

#socialvirus “IO CONOSCO” si rivolge a studenti e docenti delle classi prime e seconde delle scuole di II grado per sensibilizzarli sui possibili rischi connessi all’uso improprio di internet, con il coinvolgimento di uomini e donne del mondo delle istituzioni e della Polizia di Stato con gli esperti in crimini informatici del SIULP della Provincia di Catanzaro.

 

Tra i pericoli della Rete con cui possono scontrarsi i ragazzi ci sono infatti anche il cyberbullismo, l’adescamento online e il sexting.

 

 

L’appuntamento per gli studenti e i docenti è:

 

 

Lunedì 13 marzo, alle ore 10.30

Liceo “Vito Capialbi”

VIBO VALENTIA (Catanzaro)




 

 


 
 
 

13 marzo 2017 CONTO CORRENTE DI BASE: CONSUMATORI PIÙ...

argomento: conti correnti


 

Non hai un conto di pagamento cioè un conto corrente bancario o postale perché il tuo reddito è così esiguo che non ti permette di sostenere le spese della sua gestione? Lo scorso 10 marzo il Consiglio dei Ministri ha varato un decreto legislativo in attuazione della Direttiva sulla comparabilità delle spese fra conti di pagamento, sul trasferimento del conto e sull’accesso al conto di pagamento con caratteristiche di base.


In relazione a quest’ultimo, il decreto di recepimento stabilisce che il conto di base:

·      deve essere offerto da tutti i prestatori di servizi di pagamento (banche/Poste) che offrono conti di pagamento

·      deve includere un numero predefinito di operazioni annue a fronte di un canone onnicomprensivo, il cui ammontare dovrà essere “ragionevole”

·      deve offrire obbligatoriamente anche la carta di debito (bancomat).

 

A breve, un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, sentita la Banca d’Italia, individuerà le fasce di consumatori socialmente svantaggiate che potranno avere il conto di base senza spese.



 

 


 
 
 

12 marzo 2017 POLIZZE R.C. AUTO: WWW.GUIDIASSICURA.IT SEGNALATO...

argomento: assicurazioni


 

L’IVASS, l’Istituto per la vigilanza sulle Assicurazioni, mette in guardia i consumatori ancora una volta riguardo alla commercializzazione di polizze r.c. auto, anche aventi durata temporanea, tramite il sito internet www.guidiassicura.it


L’Autorità avverte che tale sito non è riconducibile ad alcun intermediario assicurativo iscritto nel Registro, pertanto l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso lo stesso non è regolare.


Il sito si presenta come un'agenzia assicurativa plurimandataria e riporta il nominativo di un broker regolarmente iscritto nel Registro unico degli intermediari assicurativi, il quale ha però dichiarato la propria totale estraneità alle attività svolte tramite il suddetto sito internet.


L’IVASS precisa ed elenca quelle che sono le caratteristiche necessarie che i siti web degli intermediari esercitanti l’attività di intermediazione tramite internet devono sempre indicare:

a) i dati identificativi dell’intermediario;

b) l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica;

c) il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi nonché l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’IVASS.


Per gli intermediari del SEE (Sistema Economico Europeo) abilitatati ad operare in Italia il sito web deve riportare, oltre ai dati identificativi ed ai recapiti sopra indicati, l’indicazione dell’eventuale sede secondaria, nonché la dichiarazione del possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’attività in Italia con l’indicazione dell’Autorità di vigilanza dello Stato membro di origine.


Se non contengono queste indicazioni, tali siti web o profili Facebook (o di altri social network) espongono il consumatore al rischio di sottoscrizione di polizze contraffatte.



 

 


 
 
 

12 marzo 2017 MERCOLEDÌ 15 MARZO: GIORNATA EUROPEA E MONDIALE...

argomento: internet


 

In occasione della Giornata europea e mondiale del consumatore, che si celebra tutti gli anni il 15 marzo, dedicata quest’anno al Mercato digitale, Adiconsum ha indetto il NO PROBLEM DAY ITALIA, promuovendo in particolare per la Giornata del consumatore la tutela dei giovani nel mercato digitale.

 

Le giovani generazioni, infatti, sono i principali protagonisti e consumatori del mercato digitale. Vi acquistano musica, video, abbigliamento, prodotti e software di elettronica, prenotano viaggi e vacanze, scaricano app, ma spesso non conoscono i propri diritti in questo mondo e rischiano di non saper proteggere adeguatamente i loro acquisti online.

 

Adiconsum nell’ambito del progetto “NO PROBLEM: assistenza, informazione, incontri con le Associazioni Consumatori”, organizza il NO PROBLEM DAY ITALIA con incontri nelle piazze, conferenze, convegni. Tra i materiali messi a disposizione al pubblico c’è la Guida “Navigare nella Rete senza affondare”.

 

Inoltre, sul sito del Centro Europeo Consumatori Italia, www.ecc-netitalia.it,  punto di contatto nazionale della Rete ECC-Net istituita dalla Commissione europea negli Stati membri e gestito da Adiconsum, è possibile trovare il gioco online “e-consumer quiz” realizzato con lo scopo di educare i giovani ad acquistare online, in Italia e nell’Unione europea, in modo consapevole, informandoli sui loro diritti.



Manifesto per la Giornata Europea e mondiale del consumatore




 

 


 
 
 

09 marzo 2017 BONUS DA 800 EURO PER LE FUTURE MAMME

argomento: spese famiglia


 

In arrivo un premio di 800 euro per nascite ed adozioni avvenute dal 1° gennaio 2017. L’Inps ha divulgato la circolare che stabilisce tutti i requisiti necessari per accedere al bonus, già previsto nella legge di Stabilità, che non concorrerà a formare il reddito complessivo e potrà essere richiesto in via telematica.

 

Il contributo è rivolto a tutte le donne incinte e le madri in possesso di residenza italiana e cittadinanza italiana o comunitaria. Potranno richiedere il contributo anche le cittadine non comunitarie in possesso di regolare permesso di soggiorno UE per lungo periodo; inoltre, le cittadine non comunitarie in possesso dello status di rifugiato politico e protezione sussidiaria saranno equiparate alle cittadine italiane.


Verificato il possesso dei requisiti, il contributo verrà concesso, previa domanda della diretta interessata con dovuta documentazione direttamente all’Inps, dopo il 7° mese di gravidanza o, in caso di adozione, seguendo le direttive della circolare Inps 42/2012 allegando dunque alla domanda il provvedimento giudiziario. Il beneficio sarà concesso in soluzione unica, in seguito alle dovute verifiche da parte dell’Inps della documentazione, mediante accesso alle banche dati rese disponibili dal Ministero degli Interni e da altre Amministrazioni.

 

A breve l’INPS fornirà le istruzioni per la presentazione delle domande telematiche.



 

 


 
 
 

09 marzo 2017 GIOCO D’AZZARDO: IL TAR DI BRESCIA DÀ RAGIONE...

argomento: sovraindebitamento


 

Rimangono, a Bergamo, le fasce orarie imposte dal Comune, per limitare il consumo e la vendita del gioco d’azzardo. Fasce individuate grazie ad una meticolosa raccolta dati e ad uno studio socio-economico approfondito.


Il TAR di Brescia ha, infatti, rigettato i ricorsi di Lottomatica, Lotterie nazionali e Lotto Italia contro i provvedimenti adottati dal Comune.


La sentenza del TAR di Brescia rappresenta una sentenza molto importante, in quanto sancisce il principio secondo cui i Comuni possono introdurre limiti, come le fasce orarie nel caso specifico, alla vendita di scommesse, lotterie, slot machine, ecc., per tutelare la salute pubblica e la sicurezza dei suoi cittadini e soprattutto dei minori. I limiti rappresentano uno strumento concreto di rottura del flusso offerta-consumo che può essere ripreso in tutte le realtà territoriali del nostro Paese maggiormente colpite dal fenomeno.


Adiconsum, che aderisce sia alla Campagna nazionale “Mettiamoci in gioco” che alla Campagna SLOTMOB, è stata tra le prime associazioni a lanciare l’allarme sul fenomeno del gioco d’azzardo, in quanto, gestendo, su riconoscimento del Ministero dell’Economia e delle Finanze il Fondo di prevenzione del sovraindebitamento e dell’usura per le famiglie in difficoltà economica, aveva rilevato l’insorgere, accanto alle tradizionali cause di sovraindebitamento, anche quella del gioco d’azzardo.

 

 

Se ti trovi in difficoltà economiche, puoi contattare il:

Fondo di prevenzione del sovraindebitamento e usura
tel. 06 44170238 – lunedì e venerdì dalle 10 alle 13;
mercoledì dalle 15 alle 17 – fax 06 44170230
E-mail: prevenzioneusura@adiconsum.it

 

 


 
 
 

08 marzo 2017 8 MARZO Festa delle Donne

argomento: benessere


 

#graziealledonneconsumatrici protagoniste in famiglia e nella società, artefici del nuovo consumerismo


#noallospreco #sìalrecupero

#noall’inquinamento #sìallatuteladell’ambiente


 

 


 
 
 

08 marzo 2017 730 PRECOMPILATO: ENTRO 9 MARZO PUOI SCEGLIERE LE...

argomento: spese famiglia


 

Se non vuoi che il tuo 730 precompilato riporti le spese sanitarie o ne riporti solo alcune, hai tempo fino a giovedì 9 marzo per comunicarlo.

 

Come fare

·      Accedi al portale del Sistema tessera sanitaria (STS) www.sistemats.it

·      Vai in >Area Riservata (utilizzando le tue credenziali di Fisconline o le credenziali della tua tessera sanitaria se l’hai attivata) >Servizi Assistito SSN>Cittadino

·      Spunta le singole voci di spesa che non vuoi che siano inserite nel 730 precompilato.

 

 

IMPORTANTE

Per usufruire delle detrazioni a seguito delle spese mediche sostenute, basterà dichiararle e farle inserire nella normale dichiarazione dei redditi (730 o modello Redditi (ex Unico)).



 

 


 
 
 

07 marzo 2017 VIAGGI IN PULLMAN: BALTOUR SANZIONATA DA ART PER...

argomento: viaggi-vacanze


 

L’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) ha sanzionato Baltour, società di trasporto passeggeri su autobus, per violazione degli obblighi di informazione sui diritti dei passeggeri.


In particolare, è stata accertata la carente indicazione sulle modalità per contattare l’Autorità di regolazione dei trasporti, cui la legge affida il controllo sulla corretta applicazione delle norme europee a tutela dei diritti dei passeggeri trasportati su autobus.Le azioni poste in essere da Baltour per eliminare o attenuare le conseguenze della violazione sono risultate generiche e non agevolmente fruibili da parte dei passeggeri, oltre che errate.


La società è stata multata per 1.400 euro (700 euro per passeggero ricorrente), in applicazione del Regolamento europeo 181/2011



 

 


 
 
 

07 marzo 2017 POLIZZE R.C. AUTO TEMPORANEE ONLINE: ECCO I NOMI...

argomento: assicurazioni


 

L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS) mette in guardia i consumatori su presunte polizze r.c. auto temporanee false, proposte on line da siti irregolari. Questi siti offrono delle polizze r.c. auto di breve durata, da pochi giorni a pochi mesi, presentandole come proposte vantaggiose per chi usa l’automobile solo per brevi periodi di tempo o per chi deve ritirare il veicolo e farlo immatricolare.

 

Nello specifico, vengono utilizzati nomi di imprese di assicurazione inesistenti o vengono sfruttati impropriamente nomi di imprese regolari o di intermediari regolarmente iscritti.

 

Per chi, attratto dalle prospettive di risparmio, cade in questa rete, il rischio è quello di guidare senza copertura, di vedersi sequestrare il veicolo o ritirare la patente o di essere esposti a richieste in caso di sinistro.

 

Alcuni tra i più recenti casi scoperti e segnalati dall’Ivass riguardano i seguenti siti:

·      assitempo.it

·      contibroker.it

·      assicurazionibrevi.it

·      studiobovio.com

·      assipuntodrive.com

·      galloassicurazioni.com



 

 


 
 
 

02 marzo 2017 CONTI CORRENTI: DAL 1° MARZO SCATTA LA NUOVA...

argomento: conti correnti


 

Se sei un correntista che non è andato o non va mai in rosso, la nuova regola sugli interessi debitori in vigore dal 1° marzo 2017 non rappresenta un problema. Lo diventa per coloro, semplici consumatori o piccole imprese, che invece in rosso ci vanno magari per colpa dei committenti che non pagano in tempo le loro prestazioni.

 

Stiamo parlando della famosa lettera che le banche hanno inviato in questi mesi a tutti i loro correntisti chiedendo l’autorizzazione a prelevare direttamente dal conto corrente gli interessi negativi maturati.

 

Nel caso tu l’abbia firmata, la banca preleverà gli interessi dovuti in maniera automatica; se non l’hai fatto e se hai maturato degli interessi debitori, sappi che dovrai ricordarti entro il mese di marzo di ogni anno di pagarli, recandoti allo sportello della tua banca o versando un bonifico da altra banca, pena il pagamento degli interessi di mora su quegli interessi!

 

In caso di problemi, ti ricordiamo che per un’assistenza approfondita puoi rivolgerti alla sede Adiconsum più vicina a te.

 

 


 
 
 

02 marzo 2017 TIM MODIFICA IL TUO PIANO TARIFFARIO: È LECITO?

argomento: telefonia


 

  • Ci stanno arrivando numerose segnalazioni di utenti TIM che hanno ricevuto un sms dall’operatore, che li informa del cambio delle condizioni contrattuali a partire dal prossimo 3 aprile.

     

    È lecito? Ci chiedono i consumatori. Secondo l’art. 70 del Codice delle comunicazioni elettroniche, gli operatori possono cambiare in maniera unilaterale le condizioni contrattuali, purché ne diano comunicazione ai propri clienti almeno 30 giorni prima dell’entrata in vigore della modifica. Pertanto se la comunicazione rispetta tale tempistica, il comportamento di TIM è lecito.

     

    Che cosa fare?

    ·      L’unica arma che hai a disposizione è cambiare operatore

    ·      prima di recedere, valuta le offerte degli altri operatori e confrontale col nuovo piano tariffario proposto dal tuo operatore

    ·      se recedi entro i 30 giorni, non devi pagare alcuna penale all’operatore.

     

     

    IMPORTANTE

    Se il tuo piano tariffario è abbinato all’acquisto di uno smartphone, tablet o pc, per rimanere in possesso del tuo dispositivo, per recedere devi pagare l’importo mancante in un’unica soluzione. Se sei comunque intenzionato a recedere e non intendi pagare il restante importo, dovrai rinunciare al dispositivo e alle somme già versate.

     

     

    In caso di bisogno, rivolgiti alla sede Adiconsum più vicina a te.




 

 


 
 
 

01 marzo 2017 POLIZZE DORMIENTI: DAL 1° MARZO AL VIA LE...

argomento: assicurazioni


 

Il Ministero dello Sviluppo economico ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di rimborso parziale delle polizze vita c.d. “dormienti”. Di cosa si tratta? Si tratta di polizze vita il cui capitale maturato non è stato liquidato per vari motivi. Tra questi il decesso del contraente/assicurato, la non conoscenza di essere beneficiari di una polizza (come accaduto nei recenti fatti di cronaca nella Capitale), la scadenza della polizza stessa. Dove si trova allora il capitale? Esso “dorme” per così dire nelle casse degli intermediari (banche, compagnie di assicurazione, ecc.) e, se non viene reclamato, dopo 10 anni l’intermediario lo trasferisce al Fondo Rapporti Dormienti, presso la Consap, la concessionaria dei Servizi Assicurativi Pubblici, che lo gestisce.

Per entrare in possesso di queste somme giacenti presso il Fondo, gli aventi diritto devono presentare una domanda di rimborso parziale. Stavolta il rimborso arriva fino ad un massimo del 60% del capitale. Negli anni più volte sono state aperte delle “finestre” per venirne in possesso. Ora siamo arrivati alla quinta. Ecco le sue caratteristiche.

Tempi per presentare la domanda

·      Dal 1° marzo 2017 al 30 aprile 2017

Requisiti degli aventi diritto

Sono 4 gli eventi che fanno scattare il diritto di riscuotere le polizze dormienti:

1.   l’evento che determina il diritto di riscossione del capitale assicurato, che sia la morte dell’assicurato o l’avvenuta scadenza della polizza, deve essere avvenuto dopo la data del 1° gennaio 2006

2.   la prescrizione del diritto a riscuotere deve essere intervenuta prima del 1° gennaio 2011

3.   il rifiuto, da parte dell’intermediario, ad erogare la prestazione assicurativa per effetto della prescrizione con trasferimento delle somme al Fondo

4.   il non aver ricevuto alcun rimborso parziale in occasione dei quattro precedenti Avvisi.

Quali documenti allegare alla domanda

Ø  Copia del documento di riconoscimento dell’avente diritto

Ø  Copia del codice fiscale

Ø  Copia della polizza vita o, in mancanza, una dichiarazione dell’intermediario indicante il contraente, l’assicurato e il beneficiario della polizza

Ø  L’originale dell’attestazione rilasciata dagli intermediari conforme al modello pubblicato sul sito della Consap, da inviare tramite raccomandata A.R. o con plico a mano.

Quante domande si possono presentare

·      Si può presentare solo una domanda a polizza.

Come presentare la domanda

1.   Con raccomandata A.R. indirizzata a: CONSAP Spa - Gestione polizze dormienti, Via Yser 14, 00198 Roma

2.   Con plico a mano da consegnare a: CONSAP Spa - Gestione polizze dormienti, Via Yser 14, 00198 Roma, dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 17, e il venerdì dalle 8 alle 13

3.   Con PEC (Posta elettronica certificata) al seguente indirizzo: consap@pec.consap.it

 

Scarica la DOMANDA

 

Per ulteriori info, si può chiamare la CONSAP:

·      al numero 06.85796444, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17

·      oppure scrivere una mail all’indirizzo: polizzedormienti@consap.it

Puoi trovare assistenza anche rivolgendoti alle nostre sedi territoriali Adiconsum



 

 


 
 
 

01 marzo 2017 CYBERBULLISMO: “IO CONOSCO” FA TAPPA A...

argomento: internet


 

Prosegue nelle scuole calabresi il tour del progetto #socialvirus “IO CONOSCO” promosso da Adiconsum, FNS CISL, CISL Scuola, SIULP e UST CISL di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia.

 

#socialvirus “IO CONOSCO” si rivolge a studenti e docenti delle classi prime e seconde delle scuole di II grado per sensibilizzarli sui possibili rischi connessi all’uso improprio di internet, con il coinvolgimento di uomini e donne del mondo delle istituzioni e della Polizia di Stato con gli esperti in crimini informatici del SIULP della Provincia di Catanzaro.

 

Tra i pericoli della Rete con cui possono scontrarsi i ragazzi ci sono infatti anche il cyberbullismo, l’adescamento online e il sexting.

 

 

L’appuntamento per gli studenti e i docenti è:

 

 

Mercoledì 1 marzo, alle ore 10.30

Istituto Tecnico Economico “Valentino De Fazio”

Lamezia Terme (Catanzaro)




 

 


 
 
 

 

< precedente 1 2 3 4 successivo >