login  Login  
Password dimenticata?
Facebook   Twitter   YouTube   Feed RSS
 
 

aree tematiche

 

Noi per te

 

I nostri servizi

 

Servizio civile nazionale

 

Ti vuoi informare

 

Centro di prevenzione usura

 

Centro Europeo Consumatori Italia

 

 

in primo piano rss aree tematiche


ricerca

 

14 luglio 2017 “BURRO DI TOFU”, “LATTE DI SOIA”? LA...

argomento: etichette prodotti


 

Le denominazioni quali latte, panna, formaggio e yogurt, possono essere utilizzate solo per prodotti lattiero-caseari e non per prodotti vegetali, alimenti vegetariani a base di tofu o soia.


La legislazione dell’Unione europea infatti riserva tali denominazioni solo ai prodotti di origine animale. Va da sé che tofu e soia essendo alimenti di origine vegetale, non derivati dal latte, non possano avvalersene.

 

Le nuove disposizioni non si applicano ai prodotti già messi in commercio.



 

 


 
 
 

12 luglio 2017 BANCHE VENETE: ADICONSUM VENETO VICENZA ORGANIZZA...

argomento: prodotti finanziari


 

Si svolgerà presso l’Hotel Viest a Vicenza in via Uberto Scarpelli 41, (uscita autostrada Vicenza Est) l’incontro pubblico organizzato da Adiconsum Veneto Vicenza dal titolo “Odissea Banche Popolari del Veneto” che si terrà Sabato 15 luglio dalle ore 10.00 alle ore 14.00.


L’iniziativa, alla quale parteciperanno il presidente di Adiconsum Veneto, Valter Rigobon, il presidente di Adiconsum Vicenza, Mario Carollo, e gli avvocati dello Studio legale Campisi-Guiducci di Padova, intende presentare le azioni di tutela e le prospettive future per i risparmiatori alla luce del Decreto legge, al quale, mentre scriviamo, il Governo ha chiesto la fiducia all’Aula della Camera.



 

 


 
 
 

12 luglio 2017 SERVIZIO CIVILE IN ADICONSUM: DOMANI 13 LUGLIO I...

argomento: spese famiglia


 

Hai presentato la domanda per svolgere il Servizio Civile Nazionale in Adiconsum presentando la domanda entro lo scorso 26 giugno alle ore 14,00, come indicato dal bando? Ti comunichiamo che l’appuntamento per il colloquio dei candidati è stato fissato per:

 

GIOVEDì 13 LUGLIO ALLE ORE 9,00

PRESSO LA SEDE DI ADICONSUM NAZIONALE

Roma, Largo Alessandro Vessella 31

 

 

Per info sul progetto di Servizio civile nazionale presentato da Adiconsum “Per un consumerismo giovane”, clicca qui




 

 


 
 
 

11 luglio 2017 “IO SONO ORIGINALE” IN SARDEGNA: 11 LUGLIO A...

argomento: spese famiglia


 

Dopo l’appuntamento con i cittadini-consumatori di Oristano lo scorso, 10 luglio, l’11 luglio il road show Io Sono Originale l’iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico - Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori*, di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale, fa tappa a Cagliari.

 

Ogni tappa prevede l'allestimento di spazi espositivi in cui gli operatori offriranno informazioni e materiali sulla lotta alla contraffazione e il pubblico potrà assistere a un divertente spettacolo teatrale e ricevere in omaggio gadget "Io Sono Originale".

 

L’appuntamento con i consumatori e i tanti turisti del capoluogo sardo è in:

 

  • Via Vittorio Emanuele (isola pedonale contigua a Piazza Yenne, il cuore della città) dalle 9.30 alle 13.00.

 

 

Tutte le informazioni sono presenti sulle pagine social "Io Sono Originale” e nelle pagine dedicate all’iniziativa sui siti delle associazioni e del Ministero dello Sviluppo economico – Direzione generale per la lotta alla contraffazione – UIBM.

 

Seguici su https://www.facebook.com/iosonoriginale

 

 

*Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Udicon, Associazione Utenti Servizi Radiotelevisivi.




 

 


 
 
 

10 luglio 2017 “IO SONO ORIGINALE” IN SARDEGNA: 10 LUGLIO A...

argomento: spese famiglia


 

Il road show Io Sono Originale il 10 e 11 luglio sarà in Sardegna. “Io Sono Originale” è un’iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico - Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori*, che mette in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.

 

Ogni tappa prevede l'allestimento di spazi espositivi in cui gli operatori offriranno informazioni e materiali sulla lotta alla contraffazione e il pubblico potrà assistere a un divertente spettacolo teatrale e ricevere in omaggio gadget "Io Sono Originale".

 

Ecco gli appuntamenti del Road Show previsti in Sardegna:

  • Lunedì 10 luglio: Oristano, Piazza Roma (piazza principale) dalle 9.00 alle 13.00
  • Martedì 11 luglio: Cagliari, Via Vittorio Emanuele (isola pedonale contigua a Piazza Yenne, il cuore della città) dalle 9.30 alle 13.00.

 

 

Tutte le informazioni sono presenti sulle pagine social "Io Sono Originale” e nelle pagine dedicate all’iniziativa sui siti delle associazioni e del Ministero dello Sviluppo economico – Direzione generale per la lotta alla contraffazione – UIBM.

 

Seguici su https://www.facebook.com/iosonoriginale

 

 

*Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Casa del Consumatore, Codacons, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori, Udicon, Associazione Utenti Servizi Radiotelevisivi.



 

 


 
 
 

08 luglio 2017 “OSCURATO” SITO STOCKISTI.COM: QUALI...

argomento: acquisti / e-commerce


 

La Polizia Postale ha provveduto ad “oscurare”, cioè a rendere praticamente non funzionante, il sito di e-commerce “stockisti.com”, noto per vendere prodotti di elettronica (smartphone, tablet, televisori, ecc.) a prezzi superconvenienti.

 

Dalle indagini della Polizia e dell’Ufficio delle Dogane di Roma, è emerso che la società di e-commerce maltese, che gestiva il suddetto sito, ha evaso l’Iva per oltre 50 milioni di euro.

 

Quali le ripercussioni per i consumatori che hanno acquistato, ma che non hanno ancora ricevuto i prodotti?

 

Nell’immediatezza della situazione, si aprono due strade possibili:

1.   Scegliere di recuperare quanto pagato rinunciando quindi al bene

2.   Attendere la consegna del bene e nel caso ciò non avvenga, agire di conseguenza.

 

Nel primo caso:

·      se l’acquisto è stato pagato con carta di credito:

Ø  attivare subito la procedura di charge back attraverso l’istituto emittente la carta di credito

·      se l’acquisto è stato pagato con Paypal

Ø  attivare subito la procedura di rimborso

 

Nel secondo caso:

anche se nell’ordine effettuato è indicata una data di consegna di pochi giorni, il termine ultimo da tenere in considerazione è quello stabilito dal codice del Consumo e cioè 30 giorni. Una volta scaduto tale termine, il consumatore può mettere in mora l’azienda e chiedere la risoluzione del contratto.

 

 

IMPORTANTE: Per assistenza contattare le sedi territoriali Adiconsum



 

 


 
 
 

07 luglio 2017 7 E 24 LUGLIO: ULTIMI GIORNI PER PRESENTARE IL 730

argomento: redditi


 

Si sta per chiudere la stagione delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche e ricordiamo quindi quali sono gli ultimi giorni utili per poter presentare il modello 730.

 

·      7 luglio

Ø  è l’ultimo giorno per presentare il 730 sia precompilato che ordinario, avvalendosi di un CAF  o di un professionista abilitato

Ø   sia per chi ha scelto di fare quello ordinario che quello precompilato, ma

·      24 luglio

Ø  è l’ultimo giorno per presentare il 730, ma precompilato, tramite le proprie credenziali di accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate.



 

 


 
 
 

07 luglio 2017 ANTITRUST SANZIONA VUELING PER 3 PRATICHE...

argomento: aereo


 

Promuoveva il check-in online come servizio gratuito, salvo poi scoprire che al verificarsi di alcune situazioni bisognava sborsare circa 15 euro, e l’acquisto di buoni sconto pari al 25% del costo del biglietto aereo, ma senza far capire al consumatore esattamente la convenienza dell’acquisto perché riguardante una parte del biglietto (la tariffa base al netto di tasse, spese amministrative ed altri oneri), la compagnia aerea low cost Vueling S.A..

 

Tali pratiche sono state ritenute scorrette dall’Autorità garante della Concorrenza e del mercato ai sensi degli artt. 20, 21 e 22 del Codice del consumo per mancanza di trasparenza e correttezza delle informazioni impedendo al consumatore di effettuare una scelta consapevole.

 

Inoltre, l’Antitrust ha riscontrato l’adozione anche di un’altra pratica commerciale scorretta ai sensi degli artt. 20, 24 e 25 del Codice del Consumo. Di fatto Vueling non consentiva al consumatore di esercitare i propri diritti in tema di richiesta di assistenza e reclamo inducendolo a rivolgersi ad un  numero a pagamento, il cui costo poteva raggiungere anche i 15 euro a telefonata, senza dare comunicazione dell’esistenza di un modulo online sul sito internet (anche se così com’era strutturato non consentiva un’assistenza completa).

 

L’Antitrust ha quindi comminato a Vueling complessivamente una sanzione di 1 milione di euro.




 

 


 
 
 

06 luglio 2017 SCIOPERI: NO ALL’USO STRUMENTALE. I CITTADINI...

argomento: spese famiglia


 

Gli attuali modelli di sciopero non determinano altro che situazioni paradossali i cui effetti negativi si riflettono esclusivamente sui cittadini/consumatori, del tutto incolpevoli delle dinamiche industriali e dei conflitti tra lavoratori e aziende e non penalizzano invece le imprese, che anzi, spesso, risparmiano. Esse, infatti, si limitano a trasferire disagi e oneri solo sui fruitori dei servizi, in particolare a tutti coloro che sono costretti a viaggiare per necessità, non prevedendo né soluzioni alternative né strumenti adeguati per gestire le difficoltà o, quando lo fanno, proponendo soluzioni distanti dalle esigenze della clientela e quindi inutili.

 

Il risultato è che il cittadino non solo non utilizza il servizio, ma non viene nemmeno rimborsato, così perde due volte!

 

Prima ancora di mettere mano ad un riordino delle norme sugli scioperi, è arrivato il momento di definire in modo moderno qualità ed efficacia del servizio pubblico alla luce della cultura del servizio e dell’attenzione al cittadino, oggi colpevolmente trascurata. Tale trascuratezza reca gravi danni alla collettività, indebolisce, di fatto, le ragioni dei lavoratori e si traduce in un paradossale vantaggio per le imprese.  in grado di regolare meglio il conflitto tra lavoratori e aziende, senza che siano solo i cittadini/consumatori a pagarne le conseguenze.



 

 


 
 
 

05 luglio 2017 BANCHE VENETE: ASS.NI CONSUMATORI INVIANO LETTERA...

argomento: prodotti finanziari


 

Di seguito, riportiamo il testo integrale della Lettera Aperta inviata da Adiconsum e altre Associazioni consumatori al Parlamento, al Governo e a Intesa Sanpaolo, per chiedere di modificare il decreto legge sulle banche venete che allo stato attuale non tutela i piccoli azionisti cui sono state vendute in maniera fraudolenta le azioni di Veneto Banca e Popolare di Vicenza.

 

LETTERA APERTA DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI


TUTELARE I PICCOLI AZIONISTI DELLE BANCHE VENETE:
CAMBI IL DECRETO O ESODO DI MASSA DA INTESA SANPAOLO



Il decreto legge sulle banche venete dà il colpo di grazia a decine di migliaia di piccoli azionisti già clienti di Veneto Banca e Popolare Vicenza ai quali negli anni sono state vendute fraudolentemente, come accertato dalla Consob, le azioni delle due banche.


Tutti i piccoli azionisti, oltre ad aver indiscutibilmente perso il valore del proprio investimento, non potranno nemmeno confidare sul patrimonio residuo delle banche trasferito ad Intesa Sanpaolo in quanto il decreto, con una norma del tutto eccezionale, e a nostro avviso irragionevole ed ingiusta, esclude che Intesa possa rispondere dei debiti derivanti da tali illeciti.


Riteniamo che il decreto sia ingiusto e che debba essere modificato in quanto pregiudica decine di migliaia di vittime di illeciti gravissimi che minano valori fondamentali quali la tutela del risparmio sancita dall’art. 47 della Costituzione. 


Gli attivi delle due banche sono l’irrinunciabile garanzia per tutti i creditori involontari quali le vittime degli illeciti. A fronte del trasferimento delle aziende bancarie e degli attivi a Intesa Sanpaolo chiediamo che nel perimetro della cessione siano ricompresi anche i debiti risarcitori derivanti dal misselling delle azioni.


Auspichiamo che Intesa Sanpaolo si dichiari presto disponibile a tale modifica del decreto che risponderebbe allo stesso interesse della banca in quanto le vittime degli illeciti sono l’asset principale dell’operazione che consentirà ad Intesa Sanpaolo di creare valore per i propri azionisti. Già in passato Intesa Sanpaolo avviò con le associazioni di consumatori una procedura di conciliazione paritetica per le obbligazioni Parmalat e Cirio che diede ottimi frutti e che potrebbe essere riproposta anche in quest’occasione.


La modifica che proponiamo è concretamente perseguibile in quanto le risorse necessarie per indennizzare i danneggiati sarebbero contenute e comunque bilanciate dai vantaggi dell’operazione. Ad oggi, infatti, quasi il 70% degli ex soci di Vento Banca e Popolare Vicenza hanno rinunciato ad ogni azione accettando la transazione proposta dalle banche ad inizio anno. Il rimanente 30% sono quegli azionisti che hanno subito i danni più consistenti, che hanno perso tutti i risparmi della propria vita e che oggi si trovano in difficoltà ad arrivare alla fine del mese.


Tale sforzo è del tutto compatibile con i grandissimi vantaggi che Intesa Sanpaolo avrà dall’operazione, a partire dal discutibile “contributo” a fondo perduto, di quasi 5 miliardi di euro erogati dallo Stato, senza l’attribuzione di nemmeno un’azione.


Se il decreto legge fosse confermato senza modifiche il comportamento razionale di tutte le vittime degli illeciti e delle relative famiglie, che organizzazioni come le nostre si vedrebbero costrette a sostenere,  sarebbe quello di richiedere in massa l’immediata restituzione di tutti i depositi e l’interruzione di ogni rapporto contrattuale con una banca che ha richiesto ed imposto per il proprio intervento un’evidente ingiustizia intollerabile.


La modifica del decreto è tanto più necessaria in quanto non è prevista alcuna norma speciale per attribuire alle vittime della vendita fraudolenta delle azioni un privilegio nella liquidazione e per consentire procedure di accertamento dei crediti risarcitori.


Ci rivolgiamo pertanto al Parlamento, al Governo e a Intesa Sanpaolo: eliminate immediatamente quest’ingiustizia.

 

Le associazioni di consumatori: Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

 

 


 
 
 

04 luglio 2017 DE MASI, INSIGNITO ONOREFICENZA DI UFFICIALE...

argomento: spese famiglia


 

In data odierna il neo Presidente di Adiconsum, Dott. Carlo De Masi, è stato insignito dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

Nel corso della prestigiosa manifestazione, De Masi ha dedicato questo ambito riconoscimento, ottenuto per il suo impegno lavorativo e sociale, all'Enel (Azienda di cui è stato dipendente per oltre quarantadue anni),alla FLAEI Cisl, nella quale ha militato per oltre trentanni e, naturalmente, alla sua Famiglia che lo ha sempre sostenuto nel suo percorso lavorativo e sindacale.




 

 


 
 
 

03 luglio 2017 ADDIO AI LIBRETTI AL PORTATORE DAL 4 LUGLIO 2017

argomento: spese famiglia


 

Il momento di dire addio ai libretti al portatore, sia bancari che postali, è arrivato. Dal 4 luglio 2017, infatti, potranno essere emessi solo libretti nominativi.

 

Tutto ciò in virtù del decreto legislativo 90/2017 di recepimento della direttiva europea 2015/849 sulla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo.

 

Dal 4 luglio p.v. non solo non potranno più essere emessi libretti al portatore, ma detti libretti ancora in circolazione non potranno più essere trasferiti.

 

Che cosa succederà per chi è ancora in possesso dei vecchi libretti al portatore?

·      Essi dovranno essere estinti dal portatore entro il 31 dicembre 2018

 

 

Ricordiamo che attualmente in virtù del decreto Salva Italia, sui libretti al portatore non possono essere detenuti più di 999,99 euro.



 

 


 
 
 

03 luglio 2017 POLIZZE DORMIENTI: COME FARE PER SAPERE SE SI...

argomento: assicurazioni


 

Tornano di nuovo alla ribalta le polizze dormienti, quelle polizze vita cioè il cui capitale maturato non è stato liquidato per vari motivi (decesso del contraente/assicurato, non conoscenza di essere beneficiari di una polizza, scadenza della polizza). Esso “dorme” per così dire nelle casse degli intermediari (banche, compagnie di assicurazione, ecc.) e, se non viene reclamato, dopo 10 anni l’intermediario lo trasferisce al Fondo Rapporti Dormienti, presso la Consap, la concessionaria dei Servizi Assicurativi Pubblici, che lo gestisce.


Si tratta di un mercato, secondo le stime fatte dall’IVASS, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, che riguarda circa 4 milioni di polizze.


L’Ivass ha quindi messo a punto dei consigli per scoprire se la propria persona o un familiare risultino essere tra i beneficiari di una polizza vita. Due sono le vie da seguire:

1.   rivolgersi al Servizio ricerca coperture assicurative vita dell’ANIA, l’Associazione nazionale delle imprese di assicurazione. Oltre a fornire il nome della persona che si ritiene possa essere intestataria della polizza, è bene formulare tante richieste per quanti sono gli ipotetici beneficiari. Nel caso del decesso di un familiare padre di due figli, oltre alla moglie è bene presentare una richiesta di ricerca anche a nome di ciascun figlio

2.   rivolgersi all’intermediario assicurativo, alla banca o all’impresa di assicurazione di cui si serviva il familiare chiedendo informazioni sull’esistenza di una polizza a suo nome e i nomi degli eventuali beneficiari. Scarica  e stampa il Modulo di richiesta

 

Per ulteriori info, chiama il Contact Center dell’IVASS:

Numero Verde 800 486661

dal lunedì al venerdì

dalle 8.30 alle 14.30



 

 


 
 
 

03 luglio 2017 LUGLIO: TUTTE LE DATE DA RICORDARE

argomento: spese famiglia


 

Anche questo mese sono tante le date da tenere d’occhio per non dimenticare new entry legislative o scadenze per non incorrere in sanzioni. Eccole brevemente suddivise in ordine di calendario:

 

·      1 luglio

Ø  addio a Equitalia, subentra l’Agenzia delle Entrate riscossione come concessionario nella riscossione dei tributi non pagati dai contribuenti

Ø  pagamento delle quattordicesime ai pensionati con determinati requisiti che hanno il conto alle Poste

Ø  nuove tariffe luce/gas

Ø  invio Dichiarazione di non possesso tv per esenzione del pagamento del canone 2018

 

·      3 luglio

Ø  pagamento delle quattordicesime ai pensionati con determinati requisiti con accredito della pensione in banca

 

·      4 luglio

Ø  fine dell’emissione dei libretti bancari/postali al portatore

 

·      7 luglio

Ø  ultimo giorno per presentare il 730 sia per chi ha scelto di fare quello ordinario che quello precompilato, ma avvalendosi comunque di un CAF  o di un professionista abilitato

 

·      24 luglio

ultimo giorno per presentare il 730 precompilato tramite le proprie credenziali di accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

 


 
 
 

03 luglio 2017 DA 1° LUGLIO LUCE +2,8%, GAS -2,9%

argomento: bollette


 

L’Autorità per l’energia ha reso note le tariffe che verranno applicate agli utenti rimasti nel mercato di maggior tutela per il prossimo trimestre che va dal 1° luglio al 30 settembre 2017.

 

Le tariffe della luce subiranno un aumento del +2,8%, mentre quelle del gas diminuiranno del 2,9%.

 

L’aumento della luce è dovuto all’aumento dei costi di approvvigionamento ed è legata all’atteso rialzo dei consumi previsto per le alte temperature del periodo con un maggiore utilizzo degli impianti di raffreddamento.

Per motivi esattamente opposti, si prevede invece un minor consumo di gas da parte delle famiglie.

 

Per la luce, le famiglie del mercato di maggior tutela con consumi tipo (2.700 kWh l’anno e contatore di 3kW) dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2017 spenderanno 512,52 euro cioè +1,8% in più rispetto ai mesi equivalenti dell’anno precedente (+9 euro/anno).

 

Per il gas, le famiglie del mercato di maggior tutela con consumi tipo (1.400 metri cubi l’anno) dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2017 spenderanno 1.029 euro, -3,6% rispetto ai mesi equivalenti dell’anno precedente (-40 euro/anno).



 

 


 
 
 

02 luglio 2017 SERVIZIO CIVILE IN ADICONSUM: FISSATA LA DATA DEI...

argomento: spese famiglia


 

Il 26 giugno scorso alle ore 14,00 è scaduto il termine per la presentazione delle domande per svolgere il servizio civile nazionale in Adiconsum ed ora si passa alla fase dei colloqui dei candidati.

 

L’appuntamento per il colloquio dei candidati è stato fissato per:

 

GIOVEDì 13 LUGLIO ALLE ORE 9,00

PRESSO LA SEDE DI ADICONSUM NAZIONALE

Roma, Largo Alessandro Vessella 31

 

 

Per info sul progetto di Servizio civile nazionale presentato da Adiconsum “Per un consumerismo giovane”, clicca qui




 

 


 
 
 

02 luglio 2017 DAL 1 LUGLIO VIA EQUITALIA, ARRIVA AGENZIA DELLE...

argomento: fisco


 

Dal 1° luglio prossimo, il concessionario della riscossione non si chiamerà più Equitalia, ma Agenzia delle entrate-riscossione e subentrerà in tutto e per tutto al vecchio ente riscossore, con qualche potere in più concessogli dalla sua appartenenza all’Agenzia delle Entrate.

 

Dal 1° luglio Equitalia cesserà di essere riscossore per conto dei Comuni che saranno chiamati a scegliere se avvalersi della nuova Agenzia oppure se riscuotere direttamente i tributi non pagati o se avvalersi di società di servizi private.

 

Come per Equitalia, rimarrà la riscossione coattiva.

 

Dovrebbero invece cambiare alcuni aspetti inerenti la cartella esattoriale, relativi ai termini di pagamento, i costi, la rateizzazione, ecc..

 

L’Agenzia delle entrate-riscossione subentrerà ad Equitalia in tutti i rapporti attivi e passivi. Di conseguenza dal 1° luglio quindi i ricorsi nei confronti di una cartella notificata da Equitalia, dovranno essere presentati all’Agenzia delle entrate-riscossione.

 

Come Adiconsum monitoreremo attentamente tale transizione. Invitiamo pertanto i consumatori che dovessero rilevare errori in una cartella esattoriale di rivolgersi alle nostre sedi territoriali.



 

 


 
 
 

02 luglio 2017 PENSIONATI: È ARRIVATA LA QUATTORDICESIMA

argomento: spese famiglia


 

Per chi ha il conto alla Posta, la quattordicesima è stata pagata sabato 1° luglio insieme alla rata della pensione di luglio; per chi invece ha il conto in banca è stata accreditata lunedì 3 luglio. Ma perché tanto clamore su questo versamento della quattordicesima ai pensionati? Perché quest’anno per la prima volta la riceveranno anche i pensionati con reddito compreso tra 752 e 1.003 euro/mese

 

A quanto ammonta la 14ma

Ø  Varia da 336 a 655 euro a seconda del reddito e viene erogata in via provvisoria dall’Inps sulla base dei redditi presunti.

ATTENZIONE: il beneficio potrebbe subire qualche correzione a seguito delle verifiche!

 

Requisiti

Ø  Età: 64 anni

Ø  Reddito: non superiore a 13.049,14 euro

 

 

 

IMPORTANTE: Per gli aventi diritto, la 14ma viene erogata automaticamente dall’Inps senza presentare alcuna domanda!



 

 


 
 
 

 

< precedente 1 2 3 4 successivo >